DELTAMED GROUP srl si occupa di Sorveglianza sanitaria obbligatoria ai sensi del D.Lgs.81/2008 per tutte le aziende con dipendenti. In parole povere è un'attività prevista dalla normativa per prevenire l'insorgere di malattie professionali nei lavoratori tramite una serie di  visite mediche, accertamenti e indinigi specialistiche di laboratorio. Il compito di effettuare la sorveglianza sanitaria spetta al medico competente, che è il professionista con laurea in medicina del lavoro nominato dal Datore di Lavoro con lo scopo preciso di occuparsi di mettere in atto tutti gli interventi e accertamenti del caso, fornendo il giudizio di idoneità dei lavoratori in relazione allemansioni svolte. La sorveglianza sanitaria è obbligatoria nelle aziende nei seguenti casi: movimentazone manuale dei carichi, videoterminalisti, rischio agenti chimici, rischio rumore, rischio vibrazioni, rischio campi elettromagnetici, rischio radiazioni ottiche, rischio agenti fisici, rischio agenti cancerogeni, rischio amianto, rischio agenti biologici. Inoltre ci sono normative specifiche che sanciscono l'obbligatorietà anche in caso di lavoro notturno, lavoratrici in gravidanza, lavoratori disabili. La sorveglianza sanitaria obbligatoria prevede visite mediche da effettuare in momenti diversi del percorso lavorativo del dipendente soggetto ad essa.

I casi sono stabiliti dall'art. 41 comma 2 del D.Lgs. 81/08 cosi come modificato dall'art.26 del D.Lgs. 106/09, nello specifico ecco quali sono le tipologie di visite che il medico deve effettuare per la sorveglianza sanitaria:

visita preventiva, con lo scopo di stabilire se le condizioni di salute del lavoratore sono tali da consentirgli l'esposizione ai rischi professionali derivanti dalla manzionee dal lougo di lavoro.

visite periodiche, con lo scopo di confermare, che nel tempo, il lavoratore abbia conservato la sua idoneità a svolgere la sua manzione controllando che l'esposizione a tali rischi non abbia provocato dei danni.

visita straordinaria, si tratta di una visita che viene richiesta dallo stesso lavoratore, quando ritiene di essere affetto da disturbi la cui causa è derivante dall'attività lavorativa.

visita alla cessazione del rapporto del lavoro, si tratta di una visita allo scadere di un contratto che va effettuata solo nei casi in cui il lavoratore  sia stato esposto a rischi particolari.

visita al rientro al lavoro, si tratta di un accertamento effettuato dal medico competente dopo che il lavoratore èstato assenteper malattia per un periodo di almeno 60 giorni.

LE SANZIONI:

al Datore di Lavoro arresto dai 2 ai 4 mesi/ammenda da €1.315,20 a € 5.699,20 per mancata valutazione dello stato di salute del lavoratore, ammenda da €2.192,00 a €4.384,00 in tutti i casi, nonostate l'obbligo, non viene attivata la sorveglianza sanitaria, sanzione amministrativa pecuniaria da €1.096,00 a €4.932,00 nel caso in cui il lavoratore venga adibito ad una manzione specifica prima della formulazione del giudizio di idoneità.