La salute e la sicurezza sul lavoro vanno perseguite tramite una cultura della prevenzione che si crea , innanzitutto, con la formazione e l'informazione. I lavoratori non sono solamente i soggetti tutelati ma anche attori attivi: devono essere consapevoli delle condizioni del proprio ambiente di lavoro, dell'utilizzo dei dispositivi di sicurezza e partecipanti alla valutazione dei rischi e nella prevenzione. La norma di riferimento è il Testo Unico della sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) . Il Testo elenca le misure generali di tutela del sistema di sicurezza aziendale, che vengono poi integrate dalle misure di sicurezza previste per specifici rischi o settori di attività (movimentazione manuale dei carichi, videoterminali ecc.). Gli esiti della valutazione dei rischidevono essere formalizzati nel documento di valutazione dei rischi (DVR). In tale sede devono essere individuate anche le eventuali mansioni che espongono i lavoratori a rischi specifici. Tra i soggetti responsabili della sicurezza sul lavoro, un ruolo importante è attribuito al Responsabile del servizio di protezione e prevenzione (RSPP), il quale è nominato dal datore di lavoro e partecipa con il medico competente ed il rappresentante dei lavoratori  per la sicurezza, alla riunione periodica indetta dal datore di lavoro. La figura del RSPP può essere interna od esterna all'azienda.

Valutazione dei rischi