La Sorveglianza Sanitaria obbligatoria è inserita nel Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro che la definisce come l'insieme delle procedure mediche, finalizzate a tutelare lo stato di salute e sicurezza dei lavoratori, tenendo conto dei fattori di rischio professionale correlati all'ambiente di lavoro e all'attività che svolgono al suo interno. Il compito di effettuare la sorveglianza sanitaria spetta al medico competente, che è il professionista con laurea in medicina del lavoro nominato dal datore di lavoro, con lo scopo preciso di occuparsi di mettere in atto tutti gli interventi e accertamenti del caso , fornendo il giudizio di idoneità sulla salute dei lavoratori in relazione alle mansioni svolte.